POLISPORTIVA S.M.S. SAN QUIRICO
GRUPPO TREKKING "ECO 88"
Via Pisana 576 - 50143 FIRENZE
WEB:  www.eco88.it , e-mail info@eco88.it


ANELLO LATERINA – IL BORRO - VITERETA

Domenica 10 ottobre 2021

Un percorso trekking facile che si può percorrere senza particolari problemi di dislivello o di fondo sconnesso in un territorio di grande valore naturalistico.
Un Castello, due belle ville, un borgo quasi incantato ed una strada storica. Non si può volere di più.

RITROVO: ore 8.00 lungarno Aldo Moro Firenze – davanti all’ex Teatro Tenda

PARTENZA: ore 8.15

PERCORSO IN AUTO: (km 60) autostrada Firenze – Roma uscita Valdarno – Montevarchi – Ponticino – Laterina (colazione) lasceremo le auto al parcheggio sotto le mura di Laterina
ARRIVO A LATERINA E PARTENZA TREKKING: ORE 9.30

CARATTERISTICHE DEL PERCORSO
Lunghezza: km 16.0
Dislivello positivo (in salita): m. 275
Dislivello negativo (in discesa): m. 275
Altitudine massima: m. 287
Altitudine minima: m. 181
Durata escursione: circa 5 ore, più le soste
Difficoltà tecnica: percorso facile

DESCRIZIONE:
Si procede, dopo aver lasciato le macchine al parcheggio sotto le mura di Laterina, percorrendo la piazzetta principale dove la Pieve di San Cassiano merita un attimo di sosta. Nella fiancata sinistra sono stati collocati due pregevoli mosaici pavimentali della vecchia villa romana che si trovava in località “Le Pievi”. All’interno è da ammirare l’affresco sulla sinistra dell’ingresso. Passati davanti a Palazzo Guinigi si segue il camminamento che fa gustare il percorso delle vecchie mura castellane e si esce dal paese in discesa verso la strada di Vitereta. Giunti alla prima svolta si procede sulla destra dove comincia la strada sterrata che diviene stradella poderale più avanti. Cominciano a farsi sentire i treni della direttissima quando in breve si passa sotto uno dei ponti ferroviari più alti d’Italia. Superate due piccole frane delle “Balze” che non ci fanno desistere dal nostro cammino, passiamo davanti alla tenuta ed al maneggio “Oreno”. In breve per delle belle strade bianche arriviamo al borgo del Borro dove è di prammatica una visita al paese ed alle sue botteghe. Lasciato il paese verso la “Setteponti” attraversiamo la strada asfaltata e procediamo su una bella strada bianca che non è altro che un tratto della “Cassia Vetus”, cioè la strada più antica, prima etrusca e poi romana che collegava Arezzo a Fiesole. Passiamo ora nel mezzo di meravigliose vigne e non ci facciamo mancare le belle vedute sul Pratomagno da una parte e dall’altra, in lontananza. i monti del Chianti. Percorsa la strada che costeggia il fiume Agna ed arrivati di nuovo alla strada asfaltata, si procede su questa fino a Vitereta dove passiamo accanto alla chiesetta dal paese. Poco fuori volgiamo dietro un capannone su una stradella che ci fa evitare un pezzo di strada asfaltata e ci riconduce in aperta campagna facendoci apprezzare la bella Villa Bernetti ora Del Tongo. Nell’ultimo tratto bisogna fare attenzione perché il collegamento con la stradella che ci ricondurrà verso Laterina è difficoltoso
: al Podere Guarducci (tabella del nome all’ingresso) bisogna entrare nella sterrata adiacente la casa aggirando una sbarra. Non si è capito bene se ciò è permesso o meno. Non si arreca, comunque, nessun danno a niente. In alternativa, se non è possibile seguirlo data la proprietà privata che si attraversa, si può percorrere qualche centinaio di metri di strada asfaltata. Non abbiamo inserito le altezze dei vari luoghi perché non sono significative non essendovi salite di rilevo se non quella di arrivo a Vitereta, breve ma mitica bestia nera degli appassionati amici ciclisti.

L’ESCURSIONE E’ RISERVATA AGLI ISCRITTI FIE
Attrezzatura: scarponi da trekking, bastoncini, protezioni per freddo e pioggia; pranzo a sacco, acqua.

Per partecipare:
1- è obbligatorio prenotare entro le ore 12.00 di sabato 9 ottobre 2021 iscrivendosi su WhatsApp ECO 88 TREKKING NOTIZIE, al fine di compilare l’elenco dei partecipanti;
2- è obbligatorio portare compilata l’autocertificazione Covid19 da consegnare all’organizzatore al ritrovo;
3- è obbligatorio portare i dispositivi di protezione personale (mascherine e gel per le mani);
4- è obbligatorio durante lo svolgimento dell’escursione mantenere una distanza interpersonale di almeno due metri; ogni qualvolta dovesse diminuire tale distanza, durante le soste o incrociando altre persone è obbligatorio indossare la mascherina con copertura di naso e bocca;
5- è obbligatorio che i partecipanti seguano durante l’intera escursione tutte le indicazioni che verranno impartite dagli organizzatori, rimanendo in gruppo ed evitando di sopravanzare l’accompagnatore al fine di evitare lo sfaldamento del gruppo stesso e possibili errori di direzione.
N.B.: in caso di pioggia, l’escursione non sarà effettuata. Consultare comunque il sito WhatsApp.
Nessuna responsabilità è a carico dei promotori; l’escursione è effettuata a titolo personale e sotto la completa responsabilità dei singoli partecipanti.
Per informazioni: Anna e Lorenzo 333 1991193